Ortocheratologia - Outlet Occhiali
15020
post-template-default,single,single-post,postid-15020,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
ortocheratologia

Ortocheratologia

Ortocheratologia : di cosa si tratta?

L’ortocheratologia è una tecnica innovativa con cui è possibile correggere un difetto di vista attraverso l’applicazione programmata di lenti a contatto. Al contrario dell’intervento chirurgico l’ortocheratologia è una tecnica reversibile e consiste nell’applicazione di lenti rigide gas permeabili (RGP) con una conformazione particolare, detta a geometria inversa, per modificare la forma della cornea a scopo ottico. Le lenti per ortocheratologia possono essere portate sia di giorno che di notte e producono una riduzione temporanea del difetto di vista.

I vantaggi del porto notturno

Il porto notturno ha il vantaggio di eliminare le componenti ambientali (polvere, vento, aria condizionata, attività sportive o professionali) che possono causare fastidio durante il giorno e la velocità del rimodellamento è incrementata dalla pressione esercitata dalle palpebre chiuse. Le lenti per ortocheratologia notturna sono fatte con materiali estremamente permeabili all’ossigeno per garantire la sufficiente ossigenazione alla cornea anche a palpebre chiuse. Quando la lente è sull’occhio si vede bene come con una lente convenzionale e tale condizione viene mantenuta anche dopo che la lente viene rimossa, infatti, la cornea mantiene la sua forma modificata per un certo periodo tale per cui si continua a vedere bene anche senza lente a contatto. Le prime volte l’effetto dura poco per poi stabilizzarsi nei giorni successivi. Una volta ottenuto il massimo risultato, è necessario continuare ad usare le lenti ortocheratologiche per stabilizzare gli effetti. Nella maggior parte dei casi l’effetto dura fino alla sera.

 

Quando è consigliato questo trattamento?

 

Generalmente l’ortocheratologia può essere applicata nei casi di miopia medio bassa, inferiore alle 6 diottrie, nell’ipermetropia fino a 3 diottrie e soltanto in alcuni casi di astigmatismo. Nelle ametropie più elevate l’ortocheratologia può essere in grado di ridurre il difetto visivo senza però correggerlo completamente, ciò può essere comunque utile per coloro che desiderano una minore dipendenza dalla correzione ottica o che vogliono portare occhiali esteticamente e/o funzionalmente più accettabili.

 

Sono sicure? Ci sono controindicazioni?

 

L’utilizzo di qualsiasi tipo di lente a contatto comporta una minima percentuale di rischio. Applicazioni a “rischio zero” non esistono e probabilmente mai esisteranno. Non ci si aspetta che l’uso di questo tipo di lenti per ortocheratologia comporti rischi sostanzialmente maggiori rispetto all’uso di lenti RGP convenzionali.

L’applicazione di lenti per ortocheratologia è controindicata in tutte le situazioni oculari che non consentono l’utilizzo di lenti a contatto di tipo convenzionale e quindi nei casi di:

  • stati infiammatori o infettivi acuti o subacuti della superficie oculare;
  • qualsiasi patologia o anormalità della cornea che potrebbe essere peggiorata dall’uso di lenti a contatto;
  • reazioni allergiche della superficie oculare o degli annessi indotte dall’uso di lenti a contatto o di prodotti per la manutenzione delle lenti;
  • alterazioni patologiche del film lacrimale;
  • qualsiasi patologia sistemica che possa interferire nell’uso di lenti a contatto, come patologie a carico del sistema immunitario o alcune disfunzioni metaboliche;

Inoltre:

  • Non è opportuno iniziare il trattamento in caso di gravidanza e, in ogni caso, è necessario segnalare una eventuale gravidanza durante l’uso di lenti a contatto
  • Il trattamento non è consigliato in caso di diabete

 

RIASSUMENDO:

VANTAGGI

SVANTAGGI

La visione e’ buona durante tutto il giorno senza la lente a contatto e occhiali L’ortocheratologia NON cura la miopia.
Recenti studi e ricerche hanno dimostrato che questo

trattamento e’ efficace nel controllo della progressione

miopica.

Il trattamento ortocheratologico richiede piu’ tempo e controlli rispetto alle lenti tradizionali. Anche dopo aver raggiunto l’obiettivo richiedono controlli programmati ad intervalli regolari (ogni sei mesi).
Elimina le componenti ambientali che possono causare

fastidio durante il giorno con le lenti tradizionali (polvere,

vento, aria condizionata, attivita’ sportive e professionali).

 

Il risultato dell’applicazione puo’ variare da un soggetto all’altro(conformazione corneale, risposta del tessuto corneale, presenza o meno di astigmatismo, diametro   della pupilla, ecc). Talvolta puo’ rimanere un minimo residuo retroattivo in dipendenza delle variabili fisiologiche presenti in ogni persona e non prevedibile con certezza.
Il trattamento e’ reversibile e puo’ essere sospeso in

qualsiasi momento permettendo all’occhio di riprendere

la sua configurazione naturale in breve tempo.

E’ un trattamento reversibile ed e’ quindi necessario continuare a portare le lenti a contatto Orto-K al fine di mantenere i risultati raggiunti.
Con il porto notturno diminuiscono i rischi di contrarre

infezioni batteriche e virali rispetto alle lenti tradizionali.

Con il porto notturno aumentano i rischi di complicanze involontarie rispetto alle lenti tradizionali.

 

 Ricordiamo che Outlet occhiali NON svolge attività medico-oculistica.