I RISCHI PER LA VISTA : IL COMPUTER - Outlet Occhiali
14980
post-template-default,single,single-post,postid-14980,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

I RISCHI PER LA VISTA : IL COMPUTER

i problemi agli occhi derivanti dall'utilizzo del computer

I RISCHI PER LA VISTA : IL COMPUTER

I rischi per la vista derivanti dall’utilizzo del computer non vanno sottovalutati.

La vita di tutti i giorni ci costringe ad usare sempre più dispositivi elettronici quali tablet, smartphone, computer ecc..

 

…ma siamo sicuri che non ci siano aspetti negativi?

 

 

E’ risaputo che trascorrere svariate ore di tempo davanti al monitor, causano un rischio per la salute ma non tanto per le radiazioni emanate, quanto per le dannose conseguenze che possono determinare a livello della vista, dell’apparato muscolare e scheletrico, del sistema nervoso.

Tali disturbi hanno come cause principali le cattive condizioni di illuminazione;

lo sforzo ottico prolungato ed eventuali difetti della vista già preesistenti.

 

Cosa fare per ridurre al minimo i rischi per la vista?

 

Come prima cosa i videoterminalisti devono sottoporsi ad un accurato esame della vista per essere sicuri che l’astenopia non sia dovuta ad una ametropia presente. Oltre allo stato refrattivo dell’occhio è molto importante capire lo stato quantitativo e qualitativo delle lacrime in quanto una scarsa componente acquosa del film lacrimale potrebbe essere causa di secchezza oculare e perciò curabile con l’assunzione di lubrificanti e lacrime artificiali e/o naturali.

Ed infine è importante scegliere delle lenti calibrate e personalizzate con esatta distanza interpupillare con trattamenti antiriflesso di alta qualità in grado di ridurre al minimo fastidiosi fenomeni luminosi e scongiurare quindi i rischi per la vista.

 

 

La novità nel campo oftalmico sono delle particolari lenti chiamate “anti-fatica” o “anti-stanchezza”. Le lenti anti-stanchezza hanno lo scopo di essere la sostituzione iniziale per i pazienti che portano  monofocali. Queste lenti sono consigliate per pazienti di età tra i 18 e 40 anni che hanno i sintomi degli occhi stanchi. I vantaggi di queste nuove lenti sono un piccolo incremento della diottria, con addizione nel segmento inferiore della lente allo scopo di ridurre la tensione oculare nello svolgimento di attività a distanza ravvicinata. La riduzione della tensione dell’occhio garantisce una maggiore comodità rispetto le vecchie lenti monofocali perchè aiutano l’accomodazione. Questo nuovo design di lente è ideale sia per il porto prolungato che breve, oltre ad essere adatte a tutti i tipi di attività quali lavoro, scuola, guida in auto, sport ecc…

 

 

Per un pubblico più maturo, sono consigliate le lenti oftalmiche con office design ovvero lenti pensate per tutte quelle situazioni in cui un un solo fuoco calibrato per vicino (30 cm) non è sufficiente. Queste lenti sono ottime per i videoterminalisti o per esempio i musicisti in cui è necessaria la presenza della zona intermedia pari a circa 80 cm. Riassumendo con le lenti office il portatore è in grado di avere una visione completamente nitida sia nella distanza intermedia che nella visione da vicino.

 

 

Le problematiche ed i rischi legati al lavoro davanti al terminale costituiscono l’oggetto dell’intero articolo 54 della legge 626/94 in materia di protezione dei lavoratori. E’ perciò fondamentale consultarsi presso ottici optometristi in grado di trovare soluzioni e lenti personalizzate per ridurre e/o annullare i problemi dovuti a computer stress syndrome.